Devon e Cornovaglia on the road - itinerario di viaggio

20
Jul

Devon e Cornovaglia on the road - itinerario di viaggio

Finalmente la Cornovaglia: un viaggio, atteso, rimandato, desiderato e finalmente arrivato.

Un viaggio di 10 giorni che ci porta alla scoperta di cattedrali, castelli, borghi, antichi porti, brughiere,  fauna selvatica e scogliere. Ma soprattutto storia e leggenda come quella di re Artù e Merlino tutta da vivere nel Castello di  Tintagel, ormai in rovina, situato sopra un alto sperone.  

E poi la Cornovaglia è una meta a dimensione di famiglia. In ogni attrazione, in ogni paese, in ogni castello, in ogni museo c'è un angolo dedicato ai bambini dove possono divertirsi, colorare, imparare, toccare. 

Partendo da Bristol, prima di arrivare in Cornovaglia,  attraversiamo una parte del Somerset e del Devon dove visitiamo Wells e la sua Cattedrale, e proseguiremo per Glastonbury, un piccolo paese famoso per i resti della sua Abazia e della torre in cima alla collina.


Interno Cattedrale di Wells

 

Passeremo per Parco nazionale di Exemoor, un altopiano abbastanza spoglio ma con vedute spettacolari, per arrivare a Dunster, un borgo medievale dominato dalle torri e dai  merli del Castello e raggiungeremo infine i villaggi di Lynton e Lynmouth, dove per la notte dormiremo in una deliziosa Guest House con vista sul... cimitero.


Cavalli allo stato brado nel Parco nazionale di Exemoor


La vista dalla nostra camera della Guest House The Denes

 

Il viaggio prosegue per arrivare a Tintagel Castle, aggrappato su un promontorio selvaggio  e che rivendica l'onore di essere il leggendario luogo di nascita di Re Artù. Da qui proseguiamo verso  Newquey, la patria del Surf per gli inglesi, dove alloggeremo in un antico albergo l' Headland Hotel, suggestivo come un castello e dove sono state girate anche scene di Film.


The Headland a Newquay

E poi Land's End, come dice il nome stesso la fine della Terra, il punto più occidentale della Gran Bretagna che purtroppo non ci colpisce tanto per la sua bellezza ma per il fatto che qui hanno costruito un piccolo parco di divertimento!!

La meraviglia continua invece al Minack Theatreun teatro scolpito nelle scogliere di granito di Porthcurno dove parteciperemo ad uno storytelling, una rappresentazione dove vengono coinvolti anche i bambini.


Rappresentazione al 
Minack Theatre
 

E poi l'isolotto di St. Michael's Mount. Sicuramente il nome vi farà subito pensare al celebre Mont Saint Michel in Normandia (regione settentrionale della Francia) e in effetti esiste una certa somiglianza, anche questo si può raggiungere con la bassa marea grazie ad una striscia di sabbia.

 
St. Michael's Mount

Il viaggio continua con direzione  Falmouth dove visiteremo l' acquario, per saperne di più sulla storia della cornovaglia e il Castello di Pendenis, legato purtroppo alle guerre, ma situato in uno scenario paradisiaco. Fowley, una super esclusiva località balneare  molto in voga soprattutto fra la medio-alta borghesia londinese e Polperro con le stradine strette e panorami da favola. 


Castello di Pendenis

In Cornovaglia non può mancare la visita anche ai giardini e alle dimore storiche. Dopo Falmouth ci aspetta la visita ad un meraviglioso ed enorme giardino, il Lost Garden di Helian, dove perdersi tra piante, fiori e statue inconsuete e l' Eden Project, con le gigantesche cupole geodetiche dove all' interno vengono riprodotti i diversi climi e vivono circa 100.000 piante provenienti da ogni angolo della terra.   



Lost Garden of Helian


Eden Project

 

Llanhydrock andremo alla scoperta di una casa di campagna vittoriana, situata in una vasta tenuta e circondata da giardini, mentre a Cotehele vedremo la casa della famiglia Edgecumbe, costruita tra il 1485 e il 1627, anche questa circondata da bellissimi giardini.


Cotehele

Il viaggio termina a Plymouth, una città incastonata in uno dei più grandi e fantastici porti naturali del mondo, sede anche del National Marine Aquarium, il più grande acquario dell' Inghilterra.


Baia di Plymouth
 

CONSIGLI UTILI

Da sapere prima di andare

Quando siete in questa regione non dite che la  Cornovaglia fa parte dell' Inghilterra (anche se  Land 's End è disseminata di cartelli con scritto: "Ultima casa / pub / fattoria ... in Inghilterra").

La gente del posto considerano il fiume Tamar come il confine della la Cornovaglia  - un'idea rafforzata dalla recente decisione del governo di concedere lo status di minoranza etnica della Cornovaglia.
Se andate in auto e partite da Bristol o Londra, evitate di guidare nei fine settimana o durante i Bank Holiday (giù Venerdì, fino Lunedi) perchè il traffico è è terribile e molte strade sono strette. 
Per quel che riguarda le spiagge, ci sono molte correnti pericolose, soprattutto intorno la bassa marea. Se comunque volete andare in acqua, nuotate solo nei luoghi sorvegliati e dove ci sono i bagnini.

Quando andare

La primavera arriva presto qui. I narcisi fioriscono a gennaio e le camelie e magnolie a metà febbraio, quando molti giardini vengono aperti al pubblico. Le Azalee, e i rododendri sono al loro meglio in aprile e maggio è il mese più ricco di fiori. 

Giugno e luglio non sempre fanno rima con caldo. Noi siamo stati a fine luglio e ci voleva una giacca a vento leggera.

A fine luglio ed agosto ci sono le vacanze scolastiche ed è anche difficile trovare alberghi a buon prezzo.  

Settembre e ottobre dicono che non siano particolarmente freddi ( ma la pecezione che hanno gli inglesi del freddo è diversa dalla nostra...).  Gli inverni sono miti e umidi.