Nelle Marche dal mare ai monti Sibillini

31
Aug

Nelle Marche dal mare ai monti Sibillini

Quando si è nelle Marche, si pensa sempre al mare per le belle spiagge che ci sono in questa regione. Senigallia, con la sua spiaggia di velluto, San Benedetto del Tronto, la città delle palme, ma forse si sa poco che in meno di un' ora si possono raggiungere le montagne... e che montagne, ricche di storia e di leggende.

Nel sud delle Marche, partendo da Pedaso con un' ora di auto si raggiunge il grazioso paese di Montemonaco posto a poco più di 1.000 metri. Qui siamo nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Già nel Medioevo queste montagne erano conosciute in tutta Europa perchè si credeva che qui in una grotta dimorasse la Maga Sibilla, autrice dei libri Sibillini. Fata, incantatrice, strega perfida, poco si sà della Sibilla, ma proprio per questo intorno alla sua figura sono nate copiose leggende. Per chi ha voglia di fare una bella camminata, la sua grotta si trova a  2.000 ed  è possibile vedere solo l' ingresso.   

Per chi invece vuole rilassarsi consiglio di fermarsi a Montemonaco, il cui centro storico conserva ancora la caratteristica struttura di borgo medioevale circondato dalle mura castellane. Un paese montano posto in un ambiente incontaminato, con strette viuzze, graziosi giardini, spettacolari panorami ed un piccolo museo dedicato al mito della Sibilla. E nel museo un divertente scivolo chiuso che da l' impressione di scendere nell' antro della montagna.

Accanto al museo un giardino con un piccolo parco giochi dove riposarsi dopo la visita ed ammirare il panorama.

Da Montemonaco si torna indietro e si prosegue per Altino, una manciata di case in pietra e punto di partenza per diversi sentieri.

Il più semplice conduce a Santa Maria in Pantano. Per un' ora e mezzo si passeggia tra boschi e prati intervallati da poche e ripide salite. E quando si giunge in prossimita della chiesa una fonte di acqua fresca disseta le fatiche della lunga (almeno per noi) camminata.

Dove dormire

Noi abbiamo soggiornato e cenato al Rifugio Altino. Dispone sia di camere molto semplici che di appartamenti.